Lovama impianti è un’azienda leader nel settore del riscaldamento e raffrescamento a pavimento.

Da oltre 30 anni, sfruttiamo fonti di energie rinnovabili ed a basso impatto ambientale, che consentono un risparmio energetico tra il 15% e il 20% rispetto ai tradizionali impianti radianti.

Il riscaldamento a pavimento ha il vantaggio di diffondere il calore dal basso verso l’alto, in modo uniforme, consentendo anche di eliminare ingombranti termosifoni e stufe.  Tutta la superficie della casa godrà, così, di un comfort termico costante.

Si possono scegliere diverse tipologie di impianti di riscaldamento in funzione delle altezze disponibili.

Il Riscaldamento a pavimento ad acqua, è dotato di serpentine, in cui scorrerà acqua calda riscaldata da una caldaia centralizzata o da una pompa di calore, ad una temperatura medi di 35 gradi.

 

Un pavimento radiante garantirà calore in tutti i punti della stanza, migliorando la sensazione termica generale.

Il sistema a pavimento funziona per irraggiamento proprio come in natura fa il sole nei confronti della Terra. Cpsì facendo si evita di provare una spiacevole sensazione di freddo non appena ci si allontani da stufe o termosifoni.

Le zone più lontane dai radiatori, infatti, sono solitamente quelle meno riscaldate, in quanto l’aria calda, che tende a salire in alto, lascia alcune zone scoperte.

Lovama offre il migliore prodotto sul mercato: il sistema Deltasolar, trait d’union fra innovazione e tecnologia, che ha determinato la nascita di una soluzione brevettata unica nel suo genere.

 

Con il sistema DeltaBest si può intervenire in diversi tipi di ambienti:

  • abitazioni nuove e  ristrutturazioni
  • capannoni industriali
  • chiese
  • negozi
  • ospedali
  • palestre
  • verande
  • rampe garage
  • centri commerciali
  • serre

 

L’innovazione: il sistema Deltasolar

installazione riscaldamento a pavimento | lovama.it

 

ll sistema brevettato Deltasolar permette di installare un pavimento radiante con la massima flessibilità, stabilendo in modo efficace il fabbisogno calorico di ogni singolo ambiente, e la transmittanza termica del pavimento radiante.

 

Prima di procedere all’installazione dell’impianto, è indispensabile determinare le altezze disponibili, e sarà necessario, oltresì, individuare i passaggi di tubazioni idrauliche e/o elettriche, che devono necessariamente essere coperti con un sottofondo, prima di installare la tubazione in polietilene reticolato delle serpentine.

 

Grazie all’innovativa doppia chiocciola contrapposta si può ottenere la massima uniformità di calore distribuito sul pavimento, che andrà a intensificarsi a ridosso delle pareti fredde,  senza giunte sottopavimento.

Installazione del riscaldamento a pavimento

Installazione riscaldamento a pavimento | lovama.it

Un corretto montaggio degli impianti prevede che si tenga conto dei giusti spessori del massetto, lo strato che supporta la pavimentazione.

Il massetto ha la funzione di livellare e distribuire il calore sulla superficie radiante, e il materiale più adoperato è il cemento additivato con liquido fluidificante da noi fornito.

Prima, però, devono essere verificati i giusti spessori:

  • spazio per le tubazioni di circa 6-10 cm
  • ingombro del pannello isolante (tubi+isolante), dai 3 ai 5,5 cm, che può variare a seconda del tipo di isolamento posato sotto il tubo.
  • spessore del massetto
  • spessore della pavimentazione,da 0,8 a 3 cm (piastrelle, parquet, cotto)

Una volta esaminato che lo spessore sia sufficiente, si passa al sottofondo, che non deve avere avvallamenti o calcinacci. Dovranno essere controllati anche i collettori di distribuzione del calore.

 

Per non andare incontro allo “shock termico”, dopo il montaggio, è necessario collaudare l’impianto, aumentando gradualmente la temperatura del fluido contenuto nei tubi, fino a raggiungere la temperatura massima di esercizio.

 

Grazie al Sistema Deltasolar di Lovama impianti,  sarà confortevole regolare (anche da cellulare) la temperatura della vostra casa, per vivere a pieno tutto il comfort domestico.

Graffette fissa tubo

 

I sistemi di fissaggio sono principalmente due:

  1. A)graffette avvitate su un sottofondo composto da pannelli isolanti;
    B)graffette applicate su apposite rotaiette con isolante ridotto (per i casi particolari).

Le graffette brevettate Lovama, non creano tensioni al tubo e consentono una posa precisa.

Il tubo riceverà un corretto scambio termico, perché le graffette tengono i circuiti sollevati dall’isolante, e gli consentono di scambiare calore al 100%.
Il massetto circonda, inoltre, completamente il tubo anche nella parte inferiore e fa sì che la soletta sia più resistente ai carichi soprastanti.

Anche in bagno si può ottenere lo stesso risultato, nonostante la presenza dei sanitari. In questo caso il tubo girerà tra i tubi degli scarichi.

Vantaggi riscaldamento a pavimento: i bassi consumi

L’impianto di riscaldamento a pavimento consente un maggiore risparmio di energia perché la temperatura di funzionamento è dimezzata (35°C).

Il calore viene distribuito per irraggiamento verso l’alto in tutto l’ambiente.

Grazie alle odierne tecnologie la temperatura dell’acqua si può regolare tramite un termostato, per cui, in ogni singolo ambiente si può scegliere una temperatura più confortevole.

Con le caldaie di nuova generazione, cioè a condensazione, si ha un elevato risparmio perché la caldaia recupera il calore disperso dei fumi per riscaldare l’acqua a bassa temperatura che circola nell’impianto.

Per riscaldare l’acqua del circuito si possono utilizzare anche fonti di energia rinnovabili, come Pompe di calore abbinate ai pannelli fotovoltaici.

È difficile stabilire una percentuale precisa di quanto un impianto a pavimento radiante permetta di risparmiare, perché i fattori in gioco sono molti, ma abbiamo dei casi in cui siamo arrivati anche al 50% rispetto a sistemi tradizionali con termosifoni e caldaia tradizionale .

 

Pro e contro del riscaldamento a pavimento

Vantaggi

  • Calore uniforme in tutto l’ambiente
  • Nessun ingombro sui muri
  • Consumi di energia ridotti
  • Possibilità di ottenere bonus fiscali per la ristrutturazione
  • Manutenzione meno frequente
  • Ideale per chi soffre di asma e allergie perchè riduce polvere e acari
  • Pavimento mai freddo: puoi camminare scalzo anche d’inverno
  • Può essere montato con qualsiasi tipo di pavimento

 

Svantaggi

  • Necessita di un massetto nella maggior parte dei casi
  • Sono più lunghi i tempi di installazione
  • Costo leggermente piu’ alto
  • Necessita di collaudo iniziale
  • Necessario affidarsi a veri professionisti per evitare problemi

Hai dei dubbi?

Ecco alcune delle domande che ci vengono poste più spesso sul riscaldamento a pavimento:

Si può installare in un pavimento a parquet?

Assolutamente sì. Il massetto per parquet deve però essere compattato e frattazzato, ma non sussistono particolari difficoltà durante l’installazione se ci si rivolge ad esperti del settore.

Quanto costa?

Il costo dipende anche dalla zona in cui dovrà essere installato e dalle condizioni del sottofondo. All’incirca il prezzo medio si aggira fra i 50-60 €/mq.

Meglio un impianto a secco?

Quello a secco ha un tempo di posa più veloce. Ha il vantaggio di riscaladare prima l’ambiente, ma costa di piu’  rispetto a uno con massetto e presenta maggiori problemi di manutenzione.

Lo progetta l’architetto?

No, non serve un architetto per l’installazione di un impianto. Va sempre fatto studiare e dimensionare da un tecnico specializzato.

Devo smantellare il pavimento per installare l’impianto?

Certo. Esistono dei pannelli con spessore di solo 17 mm che possono essere posati sopra la pavimentazione preesistente.

Di quali detrazioni fiscali si può usufruire nel 2020?

I sistemi radianti, nei quali rientrano anche i pannelli da pavimento, danno accesso a una detrazione fiscale del 50%, nel caso si sostituisca il sistema di emissione, ma senza la sostituzione del generatore.

Esiste anche fino al 31 dicembre 2021, la possibilità di ottenere la detrazione del Superbonus 110%, e la possibilità di ricevere un rimborso fino al 65% per il rifacimento dei sistemi di riscaldamento.

Quale tipologia di generatore di calore è adatto con il riscaldamento a pavimento?

Il riscaldamento a pavimento è progettato per lavorare alle basse temperature, di solito ad una temperatura media di 35 °C, pertanto è adatto a funzionare direttamente con caldaie a condensazione e pompe di calore, quest’ultima tipologia di generatore è quella che stiamo utilizzando con maggior frequenza per la sua versatilità anche in abbinamento ad un impianto fotovoltaico.

La nostra trentennale esperienza ci ha permesso di realizzare molteplici impianti con la pompa di calore di seguito quelli da noi più frequentemente proposti alla nostra clientela.

 

 

                                  

 

Riscaldamento a pavimento pro e contro: scopriamoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *